Molise

Il Molise ed i suoi prodotti tipici

La seconda regione più piccola d’Italia, poco industrializzata e quindi in gran parte selvaggia, il Molise, è sempre stata considerata come un territorio marginale, che ha lottato per trovare la propria identità, inserita in mezzo a regioni più note come Abruzzo, Puglia, Campania e Lazio. Questo ha, tuttavia consentito al Molise di mantenere alcune tradizioni culinarie decisamente peculiari, oltre a mantenere la sua autenticità quando si tratta di materie prime, ricette e gente locale accogliente. Tutto ciò rende il Molise un piccolo paese con un sacco di interesse da un punto di vista culinario. Detto questo abbiamo selezionato 9 prodotti tipici del Molise tutti da provare, prodotti che rappresentano questa curiosa terra posta tra il mare e le montagne.

Composta Molisana

Queste conserve di frutta e verdura sono fatte con pere, uva, pomodori, cipolle, peperoni e carote, messi in vasi di terracotta e lasciate a marinare per almeno un mese. Il curioso mix di frutta e verdura è così apprezzata nella regione che ha anche il suo festival dedicato.

Pampanella

Da non confondere con la porchetta, la pampanella è probabilmente il cibo più popolare di strada in Molise, composto da carne di maiale marinato con peperone dolce o piccante, aglio, sale e aceto, è cotto in forno e servita in un panino. Il nome deriva dalle foglie di vite in cui la carne è avvolta prima della cottura. La Pampanella si può trovare in molti festival del cibo, ma l’originale si trova solo nel paese di San Martino.

Caciocavallo di Agnone

Anche se questo formaggio non è esclusivo del Molise, quello di Agnone è particolarmente rinomato. E’ prodotto con latte 100% di mucca, è fatto nella classica forma a pera, con un peso fino a 3 kg ed una crosta nocciolata. Provatelo stagionato (fino a tre anni), scoprirete straordinarie note speziate.

Pezzata

In una regione dove la pastorizia è sempre stata di grande importanza socio-economica, è giusto che uno dei piatti più popolari sia fatto con carne di montone. La “Pezzata” è composta da carne di pecora bollita, tradizionalmente cotta in un recipiente di rame, insieme a patate, verdure e spezie. Richiede una lunga cottura lenta per ammorbidire la carne, che ha anche un sapore molto intenso.

Torcinello

Un piatto semplice per palati coraggiosi, i torcinelli sono stati creati per togliere tutti gli scarti di agnello che normalmente venivano buttati. Fegato, trippa ed intestini sono puliti e messi in un budello dell’animale. I torcinelli sono cotti sulla griglia, ma ci sono quelli che preferiscono cuocerli in umido. Si trovano anche nella vicina Puglia.

Baccala’ Arracanato

Se chiedete ad un Molisano che cosa c’è da provare nel loro paese, essi indubbiamente risponderanno il “Baccalà Arracanato” (foto sopra). Il baccalà è cotto in una padella posta all’interno del camino, coperto da cenere e poi condito con pangrattato, pinoli, noci, uvetta, olive e pomodorini. Coloro che non hanno un camino possono naturalmente usare un forno, ma anche così, l’arracanatura (la gratinatura) non sarà proprio la stessa cosa.

Scarpelle

Pastella lievitata, fritta e servita con abbondante zucchero: in apparenza le scarpelle sono il dolce tipico delle feste in Molise, simile ad altre prelibatezze fritte che si trovano nel Sud Italia. Tuttavia, la forma contorta e curiosa li definisce come un capolavoro di artigianato manuale, con la speranza che non si perdano tra le nuove generazioni.

Signora di Conca Casale

La Signora di Conca Casale è l’unico prodotto tipico Presidio Slow Food in Molise. Il nome deriva da un piccolo villaggio di circa 200 abitanti, dove la tradizione della produzione del salame è attentamente sorvegliata da un gruppo di produttori anziani. Si chiama “signora” perché era una volta destinato per gli uomini, i più ricchi nel territorio, e preparati con la parte migliore del maiale: la lonza, la spalla, la pancetta ed il lardo, il tutto condito con spezie e finocchio in particolare.

Cauciuni

Utilizzare legumi in dolci e torte è una tradizione comune nel Sud Italia. Il cauciuni sono i ravioli, preparati sia per Natale che per il Carnevale, e sono riempiti con un ripieno di ceci, cacao, spezie (quasi sempre chiodi di garofano e cannella), liquore e canditi. Sono fritti e serviti ricoperti di miele.

Related Posts

Comments are closed.